Psicomotricità Metodo Aucouturier

con  Sabrina Scotti

OM-AUCOUTURIER-HEADER-LOW

Il bambino non gioca per imparare ma impara perché gioca (B. Aucouturier)

 

Orari:

Lunedì 16,40-17,30 (3-5 anni)
Lunedì 17,40-18,30 (5-7 anni)

 

Introduzione:

La Pratica Psicomotoria Aucouturier

Si basa sull’osservazione del gioco spontaneo, della comunicazione non verbale e del piacere del vissuto relazionale del bambino in attività di gruppo. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo globale del bambino attraverso il sostegno dello psicomotricista che ha un approccio empatico di ascolto al fine di valorizzare la sinergia tra movimento ed immagine mentale, tra azione e mondo interiore, tra atto ed intenzionalità, considerati in un ottica di integrazione personale e sociale dell’individuo.

… si applica sia in campo educativo-preventivo, che in ambito formativo e clinico, sostenendo l’importanza dell’integrazione tra esperienza e sviluppo dell’identità personale, tra azione, riflessione ed intenzionalità, supportando attraverso la via dell’azione e del gioco, lo sviluppo del pensiero simbolico, la capacità di decentramento cognitivo, l’identità personale, i processi di socializzazione.

… si propone non solo come dimensione riabilitativa, rivolta ai bambini con diverse tipologie di deficit, ma anche come esperienza educativa originale, una vera e propria ‘palestra emotiva’, in cui i bambini possano vivere la dimensione ludica, potenziando le proprie abilità motorie, sociali, comunicative.

“La psicomotricità è un invito a comprendere ciò che il bambino esprime del suo mondo interno attraverso il movimento. E’ un invito a cogliere il senso dei suoi comportamenti.”.